AAA ITALIA | Accademia Nazionale di San Luca
22311
page,page-id-22311,page-template-default,ajax_updown,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
accademiasanluca_logo
info

Piazza dell’Accademia di San Luca, 77

00187 Roma

+39 06 6798850
archivio@accademiasanluca.it
www.accademiasanluca.eu

Accademia Nazionale di San Luca

 

 

L’Accademia Nazionale di San Luca, fondata nel 1593, ha lo scopo di promuovere le arti e l’architettura, di onorare il merito di artisti e studiosi, eleggendoli nel Corpo accademico, di adoperarsi per la valorizzazione e la promozione delle arti e dell’architettura italiane.” [Statuto 2005, art.1].
Il corpo accademico è articolato secondo le tre classi di pittura, scultura ed architettura ed è costituito complessivamente da novanta Accademici Nazionali, trenta Accademici Stranieri, trentasei Accademici Cultori, ventiquattro Accademici Benemeriti.
L’Accademia di San Luca, assunto il titolo di Insigne e Pontificia nel XIX secolo, diventa dal 1872 Accademia Reale e, dal 1948, Nazionale.
L’archivio Storico dell’Accademia Nazionale di San Luca, abbreviato correntemente con l’acronimo AASL, conserva documentazione di natura iconografica e documenti cartacei, prodotti dall’istituzione a partire dal secolo XVI. In particolare l’ingente e prezioso patrimonio documentale che riflette sostanzialmente le vicende e l’evoluzione di una delle più importanti e antiche istituzioni artistiche a livello nazionale e internazionale, è attualmente oggetto – grazie ad una specifica convenzione stipulata con il Dipartimento dei Beni archivistici e librari del Ministero per i Beni e le Attività culturali – di una attività di riordinamento ed inventariazione finalizzata al miglioramento delle possibilità di fruizione da parte dell’utenza esterna.
Presso l’Archivio Storico dell’Accademia è inoltre depositato il fondo storico della Università dei Marmorai di Roma.
I fondi dell’archivio, con provvedimenti specifici, sono stati dichiarati di interesse storico dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio e in particolare alcuni dei lasciti di architetti o ingegneri dell’età contemporanea, in collaborazione con la stessa Soprintendenza, sono stati oggetto di interventi mirati di inventariazione che ne consentono la piena fruizione e valorizzazione.

 

Archivi e collezioni conservati
_Bruno Maria Apollonj Ghetti (1905-1989)
_Pietro Aschieri (1889-1952)
_Armando Brasini (1879-1965)
_Giuseppe Capponi (1893-1936)
_Carlo Chiarini (1925-1996)
_Antonio Cipolla (1822-1874)
_Mario De Renzi (1897-1967)
_Ugo Giovannozzi (1876-1957)
_Ugo Luccichenti (1898-1976)
_Giulio Magni (1859-1930)
_Mario Ridolfi (1904-1984)
_Maurizio Sacripanti (1916-1996)