AAA ITALIA | Fondazione Giovanni Michelucci
22481
page,page-id-22481,page-template-default,ajax_updown,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
info

via Beato Angelico, 15
50014 Fiesole (FI)
fondazione.michelucci@michelucci.it
www.michelucci.it
+39 055 597149
+39 055 59268

Fondazione Giovanni Michelucci

 

 

La Fondazione è stata costituita nel 1982 per iniziativa di Michelucci stesso, della Regione Toscana, dei comuni di Fiesole e Pistoia e nominata erede universale nel lascito testamentario dell’architetto; dal 1998 ne è parte anche il Comune di Firenze.
Per statuto ha lo scopo di “contribuire agli studi ed alle ricerche nel campo dell’architettura moderna e contemporanea, con particolare riferimento ai problemi delle strutture sociali, ospedali, carceri e scuole”. Dalla scomparsa dell’architetto nel 1990 si occupa di valorizzarne l’opera e mantenerne la memoria con studi e ricerche, oltre a conservare i suoi archivi.
Tra le varie attività editoriali la Fondazione continua le pubblicazioni della rivista “La Nuova Città” fondata da Giovanni Michelucci nel 1945.
Gli archivi hanno richiesto e richiedono molta attenzione per la conservazione, la schedatura e la salvaguardia, producendo nuovi sviluppi: dal rinnovo di rapporti con altri architetti della scena italiana e internazionale alla ricomposizione di scambi epistolari, dal riaprirsi di nuovi sguardi sul mondo famigliare alla raccolta di testimonianze con lavoratori, artigiani e collaboratori.
La sede Villa “Il Roseto” è difatti in sé un’unità archivistica, il luogo fisico capace di far dialogare fonti diverse: i disegni e le foto delle sue architetture con i mobili disegnati dal primo dopoguerra in poi, i quadri e le sculture degli amici e della moglie con la biblioteca e la raccolta musicale, lo stesso straordinario panorama su Firenze con l’accorato sguardo urbanistico, le quotidiane attività di ricerca e un’idea di lavorare insieme che ancor oggi fortemente caratterizza questa istituzione, dove tutto racconta la memoria di Michelucci e una storia ancora operante della Fondazione, per lui forse l’ultima e più significativa l’opera lasciata.

 

Archivi e collezioni conservati
_Giovanni Michelucci (1891-1990)
_Francesco Tiezzi (1922- )