AAA ITALIA | CASVA – Centro di Alti Studi sulle Arti Visive del Comune di Milano
22461
page,page-id-22461,page-template-default,ajax_updown,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
info

Castello Sforzesco
20121 Milano
rina.laguardia@comune.milano.it
www.comune.milano.it/casva
+39 02 884 63682/63737/63751
+39 02 884 63619/63800

CASVA – Centro di Alti Studi sulle Arti Visive del Comune di Milano

 

 

Il Servizio Biblioteche e Archivi Artistici e Archeologici del Comune di Milano comprende il Centro di Alti Studi sulle Arti Visive – CASVA., la Biblioteca d’Arte, l’Emeroteca d’Arte e la Biblioteca Archeologica e Numismatica.
Il CASVA attualmente in fase di realizzazione progettuale, troverà collocazione all’interno del polo culturale Ansaldo progettato dallo Studio Chippefield, dove saranno riunite le principali raccolte librarie, archivistiche e fotografiche di interesse archeologico e storico-artistico esistenti a Milano, per un totale di oltre 600.000 documenti.
Nel nuovo Centro di Studi gli utenti specialisti potranno consultare libri, documenti e banche dati relativi a tutti i settori delle arti visive e potranno richiedere documenti conservati in altre biblioteche, fototeche e archivi. Un’attenzione specifica verrà attribuita dal Centro alla conservazione, valorizzazione e fruizione degli archivi di architettura, moda e design, in particolare a quelli di interesse territoriale.
La missione del CASVA comprende anche produzione e distribuzione di editoria specializzata, riproduzione delle collezioni museali ospitate nel polo culturale Ansaldo e gestione dei diritti, progetti di formazione post-universitaria.
La Biblioteca d’Arte è tra le maggiori biblioteche italiane specializzate in arte, arti applicate e arti visive in genere. È dotata di una vasta raccolta di bibliografia moderna, fondi antichi e rari, archivi e fondi speciali, tra cui un nucleo di libri d’artista, per un patrimonio complessivo di circa 100.000 titoli a stampa e risorse elettroniche. Nell’Emeroteca d’Arte sono consultabili 1.500 testate di riviste d’arte e collezioni seriali, cartacee ed elettroniche. La Biblioteca Archeologica e Numismatica, fondata nel 1808, riunisce le collezioni librarie e archivistiche già di pertinenza del Gabinetto numismatico di Brera e del Museo Patrio di Archeologia (fondi antichi e fondi speciali), alle quali sono stati aggiunti rilevanti settori di documentazione bibliografica moderna specializzata, per un totale di circa 30.000 libri e 600 testate periodiche.

 

Archivi e collezioni conservati
_Fiorenzo Ramponi
_Francesco Gnecchi-Ruscone (1924- )
_Mario Terzaghi (1915-1998)
_Virgilio Vercelloni (1930-1995)
_Zita Mosca e Luciano Baldessari
(1896-1982), collezione