AAA ITALIA | Musei Civici e Gallerie di Storia e Arte, Gallerie del Progetto
22551
page,page-id-22551,page-template-default,ajax_updown,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
info

Via Savorgnana, 12
33100 Udine
gamud@comune.udine.it
www.comune.udine.it
+39 0432 414742
+39 0432 414745

Musei Civici e Gallerie di Storia e Arte, Gallerie del Progetto              

 

 

Nei primi anni ‘80 l’attenzione della Galleria d’Arte Moderna di Udine si è intensificata sul Novecento e sulla contemporaneità e le collezioni sono state ampliate alle arti applicate, al fumetto ed ai disegni d’architettura ed una nuova sezione, che ha distinto in modo unico la Galleria, è stata dedicata proprio agli archivi di architettura e design grazie alla donazione al Comune di fondi molto importanti come quelli degli architetti D’Aronco, Aloisio e Zanini.

Nel 2003, a conclusione dei lavori di restauro, gli archivi sono stati trasferiti a Palazzo Valvason Morpurgo e sono state inaugurate le Gallerie del Progetto.

La sede delle Gallerie è un prestigioso palazzo storico sito nel centro della città, donato al Comune di Udine con lascito testamentario di Enrico Morpurgo con lo scopo di farne proprio una sede museale. Il palazzo si formò in seguito all’accorpamento di più residenze di minori dimensioni abitate, fino al Settecento, da diversi proprietari della vecchia e nuova nobiltà. Attorno al 1705 la famiglia dei Sarmede rinnovò totalmente il complesso portandolo alle forme attuali. Un nuovo intervento venne realizzato agli inizi dell’Ottocento dai Conti di Valvason che fecero decorare lo scalone, il salone e le sale del piano nobile da Giambattista Canal e Giuseppe Borsato con un bellissimo ciclo di affreschi di gusto neoclassico, mentre a cavallo tra Ottocento e Novecento i baroni Morpurgo, successivi proprietari, apportarono nuove modifiche interne dettate dalle mutate esigenze abitative.

Nell’ala del palazzo interna alla corte si trovano gli archivi dove sono conservati i fondi di architettura e design: circa ventimila disegni, plastici, fotografie e diapositive storiche.

Gli archivi sono consultabili su appuntamento, i materiali vengono inoltre utilizzati per l’allestimento di mostre tematiche temporanee all’interno del museo o in altre sedi.

 

Archivi e collezioni conservati
_Ottorino Aloisio (1902-1986)
_Giovan Battista Comencini (1849-1924)
_Raimondo D’Aronco (1857-1932)
_Marcello D’Olivo (1921-1991)
_Umberto del Missier
_Vittorio Fattori (1892-1961)
_Electrolux Zanussi
_Pierluigi Grandinetti (1950- )
_Angelo Masieri (1921-1952)
_Emilio Mattioni (1934- )
_Paolo Pascolo
_Mariano Pittana (1908-1986)
_Claudio Puppini
_Giovanni Santi
_Pietro Zanini (1895-1990)